Nuova normativa per la sicurezza degli smontagomme

La nuova normativa UNI sui requisiti di sicurezza per la progettazione e la costruzione di macchine per lo smontaggio e il montaggio dei pneumatici

È stata pubblicata da UNI (Ente Italiano di Normazione), ed entrata a far parte del corpo normativo nazionale, la nuova Norma UNI 11691 “Macchine per smontaggio e montaggio pneumatici per veicoli – Requisiti di sicurezza”. Si tratta di un documento che specifica i requisiti di sicurezza per la progettazione e la costruzione di macchine per lo smontaggio e il montaggio dei pneumatici, al fine di consentire il corretto assemblaggio del pneumatico sulla ruota. Ad occuparsi dell’elaborazione di questa norma è stata CUNA, che è la Commissione tecnica di Unificazione nell’Autoveicolo (ente federato UNI), cui partecipano costruttori di veicoli, di componenti, di attrezzature (tra cui anche AICA, l’Associazione Italiana Costruttori Autoattrezzature), ministeri e organi tecnici dello Stato, università e istituti di ricerca, associazioni di utilizzatori ed aziende fornitrici di servizi tecnici ed assistenza.
La norma “descrive i metodi per eliminare o ridurre i rischi derivanti dall’utilizzo previsto dal fabbricante o dall’uso scorretto ragionevolmente prevedibile di questa tipologia di macchine da parte di una persona (l’operatore) nel corso del normale funzionamento, specificando il tipo di informazioni che devono essere fornite dal fabbricante sulle prassi di lavoro sicure”. La norma tratta anche tutti i pericoli significativi, le situazioni e gli eventi pericolosi pertinenti a tali macchine durante le fasi di trasporto, lavoro e manutenzione. La nuova norma UNI 11691 viene quindi a costituire un preciso riferimento per il settore delle macchine di montaggio e smontaggio di pneumatici, per costruttori ed utilizzatori, gommisti ed operatori dell’autoriparazione.
“I costruttori sono fieri di aver portato a termine la proposta e l’elaborazione di questa norma, che è il risultato di un processo di confronto, di condivisione di idee e di sinergie tra tutte le imprese e le associazioni partecipanti”, ha dichiarato Mauro Severi, presidente di AICA. “La pubblicazione della norma rappresenta un passaggio significativo perché prima d’ora non esisteva una linea guida che indicasse le prescrizioni di sicurezza dettagliate da applicare a questo tipo di macchine, ma soprattutto perché consente di fornire delle direttive precise alle migliaia di professionisti che gestiscono le officine di autoriparazione per operare nel modo più sicuro possibile”.
“L’obiettivo che ora ci auguriamo venga realizzato – conclude Severi – è che questa norma venga discussa e il più presto possibile approvata ed estesa anche a livello europeo, dato che negli altri Paesi europei non si riscontra una norma analoga. Per questo motivo quindi CUNA ha proceduto con l’inoltro di richiesta formale per una estensione e condivisione a livello europeo al competente Technical Committee del CEN (Comitato Europeo di Normazione) che ha approvato l’attivazione di un apposito Working Group”.

Categories: Leggi e normative, Sicurezza

Tags: ,